IT / EN

Siamo Sara Leila Castagnella e Paolo Cirio, due “neo-vignerons” torinesi, nati e cresciuti sotto la Mole. Dopo gli studi in Arti Plastiche a Vincennes Saint Denis Paris 8 ed in Arti della Scena all'Università di Torino e gli anni passati sui set cinematografici e nelle sale teatrali abbiamo sentito la necessità di liberarci dalle costrizioni e di uscire dalla “stressante tranquillità” della confort-zone per provare a realizzare il nostro sogno. Ad alcuni la nostra scelta è sembrata una follia, un gesto avventato, ad altri invece il nostro è parso un gesto insolito ma coraggioso che, nel bene e nel male ci avrebbe permesso di assaggiare insieme lo splendore e la crudezza della vita e di fondere le nostre passioni: l’arte, la natura, la viticoltura e l’enologia.

E così che, dall'incontro tra vino arte e natura, nel 2016 è nata MONFRA' azienda agricola e progetto visionario pensato in risposta al nostro desiderio di evasione dalla frenesia della città e come luogo di ricerca e sperimentazione di tecniche creative, agricole e colturali rispettose dell’Uomo e della Natura.

Attualmente l’azienda è composta da circa tre ettari di terreno che comprendono un piccolo bosco di tigli, querce, bagolari ed alcune piante esotiche, un orto ed un frutteto, un ettaro vitato di tredici anni ed un altro ettaro in cui nella prossima primavera verrà impiantato un nuovo vigneto.

Dal vigneto, che conduciamo dal 2016, secondo metodi biologici (l'azienda è in conversione per la certificazione), sulle colline da poco entrate a far parte del patrimonio Unesco, sotto la guida del nostro enologo ed amico Andrea Buzio, nascono Heremit (Barbera del Monferrato D.O.C) e Panikos (Grignolino del Monferrato Casalese D.O.C) vini concepiti secondo metodi naturali con l'obiettivo di creare dei prodotti artigianali, genuini e di qualità con un approccio contemporaneo, nel rispetto della grande tradizione vitivinicola piemontese e con lo sguardo rivolto al futuro.